Il decreto Salvini ha favorito il “business dell’accoglienza”